Detrazioni fiscali per edilizia e risparmio energetico

Solar Project, tutta l'energia che ti serve!

risparmio energetico

Una volta che è stato superato in maniera positiva il primo scoglio della fiducia alla Camera, la legge di stabilità passa all’esame del Senato

Vediamo quali sono le novità più importanti che potranno poi essere approvate.

Tra queste possiamo citare le misure a favore del rilancio dell’edilizia proprio per poter ridare ossigeno a un settore economico strategico per la ripresa complessiva del Paese.

risparmio energetico

risparmio energetico

Proprio da qui è presente la volontà di poter confermare i bonus in merito alle ristrutturazione edilizie, alla riqualificazione energetica e all’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici.

Questo deve essere raggiunto con  importanti modifiche, che devono essere introdotte attraverso emendamenti, che meritano di essere evidenziate fin d’ora.

Inseriti i bonus per gli interventi destinati  alla riqualificazione energetica, al recupero del patrimonio edilizio e per comprare elettrodomestici di varie taglie, sono stati prolungati fino al 2015, ed anche le aliquote di riferimento che sono state anche “potenziate” aumentando così le relative detrazioni.

Tuttavia la quota detraibile è stata innalzata per quasi tutti i settori al 65%.

In merito alla detrazione Irpef e Ires per interventi di riqualificazione edilizia degli edifici, l’aliquota detraibile si attesterà al 65% per le spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2015.

La novità in questa occasione è che l’agevolazione viene stabilita nella misura del 65% e per le spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2015, anche per gli interventi in merito a parti comuni di edifici condominiali oppure per gli interventi che possano interessare tutte le unità immobiliari che compongono il singolo condominio

In merito al bonus energetico si punta a studiare quale possa essere il bonus massimo.

Nel caso di detrazione per la ristrutturazione edilizia è stabilita una soglia di valore della spesa, pari a 96mila euro per ogni unità immobiliare abitativa che comprende le pertinenze, su cui poter applicare l’aliquota, per le riqualificazioni energetiche è anche stabilito un importo massimo di detrazione.

Se entriamo nello specifico  l’abbattimento dell’indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale di quasi  il 20% rispetto ai valori tabellari, l’importo massimo della detrazione è pari a 100mila euro.

 

 

 

 

Call Now ButtonChiama ora